Cmor, PDR, POD e storno in fattura, cosa sono?
Pubblicato il: Marzo12022

Cmor, PDR, POD e storno in fattura, cosa sono?

Ci sono sicuramente delle cose che non sai su una fattura per la fornitura di gas ed energia elettrica. Per esempio, ci sono degli acronimi come Cmor, PDR e POD. Niente di complicato, vediamoli insieme. Cominciamo dal Cmor: è il corrispettivo che viene richiesto a titolo di indennizzo da un precedente fornitore, al quale risulta il mancato pagamento di una o più bollette. Nei casi in cui un cliente risulti moroso nei confronti di un precedente venditore, quest’ultimo può chiedere un indennizzo, il corrispettivo Cmor, secondo quanto stabilito dall’Autorità per Energia Reti e Ambiente nel TISIND.

Quindi il corrispettivo Cmor non è definito dall’attuale fornitore, il quale si limita ad addebitarlo e richiederne il pagamento. In caso di mancato pagamento di tale corrispettivo, verranno utilizzate le normali procedure previste in situazioni di morosità.

E il PDR? È il codice numerico nazionale di 14 cifre, che identifica univocamente il punto di riconsegna del gas. È indicato nella bolletta del gas, nella sezione contenente i dati contrattuali. Il POD, invece, è il codice alfanumerico nazionale di 14 caratteri che inizia per “IT”, che identifica univocamente il punto di prelievo. È indicato nella bolletta dell’energia elettrica, nella sezione contenente i dati contrattuali. 

Lo storno in fattura è una fattura di conguaglio a credito, per cui riceverai il rimborso. 

Speriamo di aver chiarito qualche tuo dubbio. In ogni caso, per ogni altra questione puoi venire nel nostro infopoint o chiamare 800 960 424.  

 

×