News

La sostenibilità è l’antitesi dell’egoismo e sinonimo di comunità

Il concetto di sostenibilità sottolinea l’importanza del giusto equilibrio, dell’armonia, della saggezza e della bellezza. In altri termini: la sostenibilità non è un traguardo da raggiungere è un percorso. All’improvviso, il mondo sembra interessato da una inversione di percorso, all’improvviso, nasce la consapevolezza che le “cose buone e giuste” valgono di più delle “migliori”, perché le cose buone e giuste sono a lungo termine ed è per questo che valgono di più. È come se finalmente l’uomo all’improvviso si fosse svegliato e si fosse reso conto della sua finitudine, del suo essere mortale, un risveglio di certo accelerato dalla pandemia che stiamo attraversando. Ma c’è una immortalità che tutti possiamo raggiungere: lasciare un mondo buono e bello a chi verrà dopo di noi, un mondo sostenibile. Perché la sostenibilità non ripaga solo chi la insegue ripaga tutti, anche chi vive dall’altra parte del mondo, anche chi non è ancora nato.

SEI crede da sempre nella sostenibilità, tanto che tra le nostre offerte c’è quella Green che offre ai clienti energia proveniente da fonti 100% rinnovabili. Una scelta che va nella direzione, non solo giusta, ma vorremmo aggiungere, obbligata. Le risorse del Pianeta, come sappiamo tutti, non sono infinite e chi si occupa di energia ha il dovere di pensare alle generazioni future.

Ma sostenibilità vuol dire davvero tanto altro: sin da quando ci siamo costituiti, oltre 10 anni fa, per esempio, abbiamo sempre privilegiato i contratti di telelavoro, non esisteva ancora il termine smart working, ed ancora oggi i rapporti che disciplinano la forza lavoro del gruppo sono rapporti di telelavoro, no, non è arroganza dire che siamo nati prima della sostenibilità; sì, è un postulato per la SEI.

Anche il nostro “quartier generale” lo abbiamo pensato come un posto “bello, buono e giusto” per chi ci lavora – fermo restando che presenza in sede è da sempre, per noi, una facoltà a disposizione dei dipendenti. Quando lo abbiamo scelto l’idea era quella di trovare una sede in cui le persone potessero stare meglio che in qualsiasi altro posto. E pensiamo di esserci riusciti. Ai nostri dipendenti, per esempio, offriamo una palestra verde per praticare sport in compagnia dei colleghi, con due corsi settimanali di educazione fisica, oltre a tutti i corsi possibili ed immaginabili per tutto il personale come corsi di inglese, o corsi di formazione universitaria.

Inoltre, abbiamo in cantiere un parco tematico sulle energie rinnovabili che apriremo a tutte le scolaresche della provincia. Un progetto ambizioso di educazione alla sostenibilità per le nuove generazioni.